60 anni di tv il compleanno della Rai

Tv Italiana 60° compleanno

Tv Italiana 60° compleanno

Ha cambiato il modo di vivere e concepire il mondo stesso, è stata educatrice, informatrice e ha avuto una  importante funzione di intrattenimento, che continua ad avere oggi stesso. Parliamo della televisione, il mezzo di comunicazione sul quale molti studiosi hanno avanzato teorie rispetto agli affetti che avrebbe avuto sull’uomo.
Tra “apocalittici e integrati”, questa sera la televisione italiana spegnerà la sua sessantesima candelina. Le trasmissioni ufficiali, infatti, cominciarono proprio il 3 gennaio del 1854, negli studi Rai di Milano. La televisione ha attraversato varie epoche, da quella della paleo televisione, a quella della neo-televisione per arrivare alla post televisione,  ed approdare fino ad oggi, in cui ormai televisione e nuove tecnologie si fondono più di quanto potessimo immaginare.
Dal bianco e nero  si è passato al colore, per poi arrivare all’alta definizione. La televisione si è trasformata negli orari di programmazione, si è sdoppiata facendo nascere un ventaglio di canali dedicati a target diversi.
La vita della tv è stata intensa, arricchita dalla presenza di importanti personaggi che l’hanno caratterizzata. Ricordiamone solo alcuni: Corrado, Mike Bongiorno, Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. Buon compleanno tv italiana!

Informazioni su Ornella Muscolino

Ornella Muscolino è nata a Taormina nel 1988 e fin da bambina ha coltivato la passione per l’arte in genere e per la radiofonia. Si è laureata a Messina nel Novembre 2013, dove ha frequentato il corso in Scienze e tecniche delle arti figurative, della musica e dello spettacolo, per poi proseguire la carriera universitaria seguendo e laureandosi nel Luglio 2013 allo IULM di Milano, corso di laurea in Televisione, cinema e new media. Conosce e ama la televisione in ogni suo aspetto.
Questa voce è stata pubblicata in News, Spettacolo, Tv. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.