Un boss in salotto. Cortellesi, Argentero e Papaleo insieme al cinema

locandinaIl nuovo anno è ormai alle porte e per gli amanti del cinema il 2014 sarà inaugurato da una nuova commedia italiana: il primo gennaio, infatti, esce nelle sale cinematografiche Un boss in salotto, il nuovo film di Luca Miniero, regista già noto per il fortunato Benvenuti al Sud (2010) a cui per par condicio ha fatto seguire Benvenuti al Nord (2012).

Paola Cortellesi, Luca Argentero e Rocco Papaleo, ne hanno dato qualche divertente assaggio la scorsa domenica sera a Che tempo che fa.

Cristina (interpretata dalla Cortellesi) e Michele (Argentero) sono una felice coppia della ricca provincia del nord est italiano. Conducono una vita serena, agiata, invidiabile, e tentano la scalata sociale attraverso l’attesa promozione di Michele – il cui cognome ‘Coso’ vuole esprimere l’inadeguatezza e la semplicità del personaggio – che però stenta ad arrivare.

In realtà, non è poi tutto limpido e perfetto come sembra, dal momento che Cristina nasconde un grande segreto: un fratello che tutti credono morto (tranne Cristina, che vuole nascondere l’esistenza del fratello per nascondere, forse anche un po’ a se stessa, le sue origini e il suo passato, e che per rendere più verosimile la morte ha addirittura installato un altarino in casa con la foto del finto defunto) e che, invece, di punto in bianco un bel giorno piomba nel loro bel salotto.

Come nel film anche in studio Rocco Papaleo entra in media res e come nel film l’attore finge la parte del mafioso grossolano e tamarro, mani in tasca e camminata trascinata, atteggiamento irritato, ma battuta sempre pronta, spesso autoironica. Ciro è un presunto boss cui vengono assegnati gli arresti domiciliari proprio a casa della sorella Cristina, che in realtà si chiama Carmela ed è di origini meridionali.

E sulla scia del cliché del confronto nord-sud anche in questa commedia non poteva mancare il riferimento alle differenti abitudini alimentari: pinzimonio vs pastiera. Ma gli sketch non sono solo di questo genere (per fortuna).

Nel film compaiono anche Ale (di Ale e Franz) e Angela Finocchiaro, nel ruolo rispettivamente del principale di Michele e la moglie.

Una proposta interessante per gli amanti del cinema per iniziare il nuovo anno con una commedia leggera, divertente e con finale a sorpresa.

Informazioni su Maria Vittoria Sparano

Maria Vittoria Sparano è nata a Belvedere Marittimo nel 1986. Nel 2004 si è trasferita a Bologna per intraprendere gli studi universitari e si è laureata, il 15 marzo 2013, in Filologia, Letteratura e Tradizione classica. Vive attualmente a Bologna.
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, News, Tv. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.