Chi l’ha visto? Appelli ai familiari in Ucraina

Profughi tra Ucraina e Polonia

Gli appelli e le storie di chi si trova in Italia e cerca notizie di familiari e amici in Ucraina, a “Chi l’ha visto?”, in onda mercoledì 2 marzo alle 21.20 su Rai 3. Inoltre, tutti gli aggiornamenti sul caso di Liliana Resinovich.

Resta un giallo la morte della 63enne di Trieste. Scomparsa da casa il 14 dicembre, ritrovata cadavere il 5 gennaio in un boschetto desolato di un parco nel quartiere San Giovanni.

Sono iniziati gli accertamenti tecnici irripetibili sui reperti rinvenuti nei pressi del boschetto dove è stato rinvenuto il cadavere di Liliana Resinovich.

Al momento, le uniche certezze in mano agli investigatori sono la mancanza di segni di violenza sul corpo di Liliana e la causa di morte, individuata in uno scompenso cardiaco acuto. Difatti, sul cadavere mancano anche i segni di una morte per soffocamento.

E poi la misteriosa vicenda di Chiara, la donna di Roma che prima di scomparire era andata a vivere in albergo dopo che qualcuno le aveva svuotato la casa.

E ancora, il caso di una donna di Palermo che si sarebbe suicidata, ma le tre versioni differenti del compagno su cosa sia successo quella sera non convincono la famiglia: secondo loro Daniela era serena e amava la vita. Infine, gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

In onda alle 21:20 su Rai 3 mercoledì 1 marzo.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.