Undici arresti nel clan del latitante Messina Denaro

Matteo Messina Denaro arrestato il suo clan

Matteo Messina Denaro

Irruzione degli agenti della polizia Palermitana durante le primissime ore dell’alba: 11 arresti e alltrettante perquisizioni sono state effettuate in provincia di Palermo e Trapani, contro la cupola familiare di “Cosa Nostra” di Trapani e contro supposti complici del capo in latitanza Matteo Messina Denaro. L’irruzione è stata organizzata dalla Procura Distrettuale Antimafia palermitana.

Il blitz, è stato eseguito dalle squadre Mobili palermitane e trapanesi, con la coordinazione dello Sco, e con la partecipazione del Ros dei carabinieri. Le procedure cautelari sono state comminate ai boss di Mazara del Vallo, Salemi, Partanna e Santa Ninfa. Le investigazioni che avevano il fine di a disgregare il gruppo interconnesso che fornisce il supporto al capomafia di Castelvetrano in latitanza. I nomi delle operazioni alla base del blitz sono state “Golem” ed “Eden” guidate da corpo di polizia e dei carabinieri e che hanno trasporto in cella complici e famigliari del boss. Nonostante viviamo negli anni di Internet e dei social network, la mafia continua a far uso dei vecchi “pizzini”, più difficili da intercettare. Le persone messe agli arresti parlavano tra loro col metodo tradizionale dei “pizzini”. La centrale di smistamento dei biglietti si trovava nei campi di Mazara del Vallo e Campobello di Mazara, nello specifico in una masseria appartenuta a 2 allevatori, Al giorno d’oggi sono stati catturati, Vito Gondola e Michele Terranova. Gli investigatori, che osservavano l’area, hanno comprovato che i pizzini, consegnati nel corso di incontri importanti, venivano sotterrati.

Solo sul finire degli incontri i postini li ottenevano per poi smistarli agli assegnatari. I biglietti erano piegati e serrati con del nastro adesivo. Regole ferree regolavano la trasmissione: i pizzini andavano letti e poi bruciati e le repliche dovevano arrivare nei termini fissati, non più di quindici giorni. Le persone messe agli arresti sono:
Il 77enne Vito Gondola, considerato capo del mandamento di Mazara del Vallo; Il 28enne Leonardo Agueci, ragioniere nella ditta So.vi.; il 73enne Ugo Di Leonardo, architetto pensionato; il 77enne Pietro Giambalvo e suo figlio 38enne Vincenzo Giambalvo; il 46enne Sergio Giglio; il 62enne Michele Gucciardi; il 43enne Giovanni Loretta; il 49enne Giovanni Mattarella, genero di Vito Gondola; il 48enne Giovanni Domenico Scimonelli; il 46enne Michele Terranova.


Il ministro della giustizia Angelino Alfano ha commentato: “Lo Stato vince, la mafia perde“. Con questa frase il ministro chiosa il successo del blitz che ha trasporto all’incarcerazione 11 complici di Matteo Messina Denaro.

Matteo Renzi commenta sull'arresto Messina Denaro

Matteo Renzi commenta sull’arresto Messina Denaro

Il primo ministro Matteo Renzi ha replicato “Ora avanti tutta per arrivare all’arresto di Messina Denaro. Ringrazio gli inquirenti, forze dell’ordine e tutti gli uomini dello Stato per il colpo impartito all’associazione mafiosa con l’arresto di molti favoreggiatori della latitanza di Matteo Messina Denaro. Per merito delle amministrazioni andiamo avanti tutta per alla fine arrestare anche il boss in latitanza. La nostra Penisola è presente, tutta assieme e unita contro la delinquenza organizzata“. Questo il commento sul social Network Facebook di Matteo Renzi su Facebook a seguito dell’annuncio del successo dell’operazione che ha portato alla cattura di persone pericolose e importanti facenti parte della rete che ruota attorno e supportava la latitanza di Messina Denaro.

Di seguito il video che riporta le intercettazioni ambientali registrate 8 mesi fa legate a Matteo Messina Denaro

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.