Il Corvo una maledizione infinita. Bancarotta della produzione di The Crow

Il corvo e la maledizione. Bancarotta della casa di produzione

Il corvo e la maledizione. Bancarotta della casa di produzione

La leggenda de “Il Corvo” come pellicola cinematografica dannata sarà anche una leggenda metropolitana, ma la disgrazia intorno a questo film continua ad fluttuare. Il rifacimento dell’opera cinematografica, in cantiere oramai da anni con inizi e ripartenze a ripetizione a causa di abbandoni nel cast, ora rimane in un angolo per un po’ di tempo, se non fosse che la società Relativity che produceva il film è finita in bancarotta. Il futuro? L’unica cosa sicura per il momento è che la crew ha lasciato gli studi.

L’aura di leggenda di pellicola cinematografica dannata ha sempre fluttuato intorno al “Corvo” . Cominciando dal 31 marzo 1993, quando il personaggio principale dell’opera cinematografica, Brandon Lee, rimase ammazzato sul set da un colpo d’arma da fuoco caricato su un fucile che sarebbe dovuto essere a salve. Rimanevano solo 3 giorni di riprese. Una sfortuna all’interno della maledizione quella della team familiare Lee, conosciuto anche per il fatto che Brandon era nato da Bruce Lee, deceduto anche lui durante la creazione di un pellicola cinematografica: in maniera ufficiale di decesso naturale, per molti invece ammazzato. Ma ci sono stati anche altri elementi che hanno nutrito la cosiddetta “maledizione” del Corvo: il mito quello per quanto concerne River Phonenix, che fece il provino per essere il protagonista, parte poi poi andata Lee, e che scomparve per una overdose in quello stesso 1993. Ma anche il rifacimento, prima di finire in cantina, non è andata proprio bene. Per fortuna nessun decesso, ma una interminabile fila di difficoltà che ne hanno quasi risucchiato le energie della produzione. Cominciando dal nome del personaggio principale, che è stato modificato perlomeno 3 volte. L’ultimo a lasciare, nel tempo, è stato Jack Houston, ma prima erano stati i nomi di Luke Evans e Bradley Cooper. Anche la sedia del regista sembrava una posizione scomoda: prima F. Javier Gutierrez, e poi Corin Hardy. perlomeno fino al momento attuale in cui i lavori sono stati sospesi per mancanza di fondi a causa della bancarotta.

Tutte queste notizie arrivano dall’Holliwood Reporter che ha annunciato come tutta la troupe ha lasciato la lavorazione del film per mancanza di fondi.

Corin Hardy per la produzione del corvo

Corin Hardy

In realtà, la casa di produzione Relativity di Corin Hardy potrebbe continuare a produrre film per recuperare denaro per risanare la bancarotta. Una Relativity risanata punterebbe quindi su due film: “Masterminds” e “Kidnap” e sperando rimetters in sesto per la produzione del terzo: “Il corvo”.

Mastermind è una commedia con Zach Galifianakis e Owen Wilson e dovrebbe uscire nelle sale americane il 9 di ottobre, mentre Kidnap con Halle Berry è programmato per il 26 febbraio 2016.

Un altro titolo che ora si trova in sospeso è il thrillere “Solace” con Anthony Hopkins e Colin Farrell.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, News, Tv. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.