Accordo sul nucleare in Iran

Accordo sul nucleare in Iran

Accordo sul nucleare in Iran

Si è finalmente firmato a Vienna un accordo sul nucleare in Iran a seguito del superamento di numerosi ostacoli: l’accordo comprende un compromesso tra Teheran e Washington che consentirà agli ispettori Onu di fare una visita anche ai siti militari iraniani. L’intesa consentirebbe agli ispettori Aiea di fare una visita alle basi militari iraniane, secondo le dichiarazioni di un diplomatico all’Ap. Ciononostante l’accessibilità al sito non verrebbe consentita se lo stato maggiore di Teheran lo impedisse. In questo caso l’Iran potrebbe chiedere appello alle potenze del 5+1.

Per merito di questo accordo l’Iran non avrà la capacità di sviluppare l’ordigno atomico. Barack Obama, presidente degli stati uniti ha dichiarato: “Se l’Iran non rispetterà l’accordo tutte le sanzioni verranno ripristinate con una serie di effetti. Sarebbe una mancanza di responsabilità discostarsi dall’accordo raggiunto”.

Il Congresso americano avrà altri sessanta giorni di tempo per approvare o respingere l’accordo con l’iran. a seguito il disgelo con la ex- Birmania e con Cuba, per Obama – evidenziano i media Usa – l’accordo con l’Iran è il 3° che cambia in profondità le relazioni diplomatiche d’America con Paesi con i quali il dialogo era stato sospeso da molti anni.
La differenza dell’Iran, rispetto agli altri Paesi citati, consta nel fatto che lo stato rientra nella lista degli stati canaglia che gli Stati Uniti hanno inserito per la loro supposta collaborazione con il terrorismo.

Benyamin Netanyahu, premier israeliano, non è d’accordo con la visione statuinitense e definisce questo accordo: ”Un errore pesante di portata storica, in aggiunta l’Iran avrà a disposizione centinaia di miliardi di dollari per rinnovare l’appoggio a gruppi terroristici, le smanie espansionistiche e la politica aggressiva in Medio Oriente e nel mondo”.

Ognuno si posiziona in difesa dei propri territori, così Serghiei Lavrov, capo della diplomazia di Mosca, si aspetta una rinuncia da parte degli americani allo scudo di difesa missilistica in Europa dopo il raggiungimento di un accordo sul nucleare in Iran.

Le sanzioni internazionali contro l’Iran verranno cancellate se Teheran rispetterà gli impegni per creare un nucleare pacifico.

In sostanza, l’accordo sul nucleare Iraniano dovrebbe impedire all’Iran di poter generare materiale sufficiente per la assemblamento di un ordigno atomico per almeno dieci anni e consta di nuove clausole per poter ispezionare i siti perculiari della zona, compresi quelli militari. Nonostante queste premesse l’embargo Onu sulle armi in Iran permarrà per altri 5 anni. Mentre le restrizioni sulla dotazione all’Iran di tecnologia collegata a missili balistici potrebbe durare 8 anni.
Le sanzioni verrebbero rimesse in vigore nel caso in cui l’Iran non rispettasse l’impegno preso.

Obama ha aggiunto: “Questo non è un accordo basato sulla fiducia ma costruito sulle verifiche“.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Esteri, News, Politica. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.