La terza puntata della miniserie sul Mostro di Firenze

Il mostro di firenze

Il mostro di firenze

Continua su Rete 4, alle 23:19, la miniserie del 2009 dedicata al Mostro di Firenze con la terza puntata.
La regia è di Antonello Grimaldi che interpreta anche il ruolo del criminologo Francesco Bruno.
La miniserie cerca di ricostruire gli otto duplici omicidi commessi nelle campagne fiorentine dal 1968 al 1985, dal serial killer che massacrava le coppie che si appartavano in cerca d’intimità.

Nel terzo episodio, Renzo Rontini (Ennio Fantastichini), padre di una delle vittime corre sul luogo dove è avvenuto l’omicidio di Pia Rontini (Tiziana Di Marco) e del fidanzato Claudio Stefanacci (Giacomo Carolei). Nel frattempo le forze dell’ordine costituiscono il SAM, la squadra anti mostro con a capo il commissario Ruggero Perugini (Marco Giallini) che collabora con l’FBI.
A Scopeti, una frazione di San Casciano in Val di Pesa, l’8 settembre 1985, vengono uccisi altri due campeggiatori francesi, Jean-Michel Kraveichvili e Nadine Mauriot. La tela della loro tenda viene squarciata da un coltello. Nella fessura penetra la mano, armata di una pistola che spara uccidendo la donna, colpita al collo e al seno. Il ragazzo viene ferito alla schiena ma non mortalmente e riesce a fuggire. Purtroppo cade pochi metri più in là dove verrà finito a coltellate.

Una lettera, con un lembo della pelle del seno asportato della vittima Nadine Mauriot, viene ricevuta dai procuratori Silvia Della Monica, Pier Luigi Vigna e Paolo Canessa. Nella lettera ci sono anche due proiettili e una frase scritta a macchina

Una donna rivela a Renzo che suo marito Francesco Calamandrei è il mostro di Firenze, perché ha ritrovato in suo possesso dei lembi di pelle umana. Inoltre Calamandrei sarebbe rincasato la notte con le braccia ferite. Il procuratore Canessa (Corso Salani) perquisirà la casa e la Farmacia di Calamandrei a San Casciano in Val di Pesa, senza trovare nulla.

Le indagini del commissario Perugini proseguono sulla morte dottor Francesco Narducci, medico e professore universitario di Perugia scomparso il 9 ottobre 1985, ripescato cadavere, il 13 ottobre 1985, nel Lago Trasimeno.
La morte di Narducci interessa Perugini perché il medico è morto il giorno successivo all’ultimo delitto del mostro di Firenze. C’è mai stato un collegamento in questa tragica coincidenza?

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, Tv. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.