A 60 anni dona un rene senza conoscere il ricevente e salva 4 persone

Una notizia di speranza e d’amore quella di una donna di 60 anni che ha deciso di donare un proprio rene senza neppure conoscere chi sarebbe stato il destinatario. Il gesto di altruismo ha innescato una catena di solidarietà e donazioni che ha permesso di salvare ben 4 persone.

A 60 anni dona un rene senza conoscere il ricevente e salva 4 persone

A 60 anni dona un rene senza conoscere il ricevente e salva 4 persone

Una signora ha lanciato una staffetta di fratellanza tra cittadini, pazienti e i lorofamiliari donando un rene in maniera “samaritana”, ossia senza conoscere a chi sarebbe stato assegnato.

Dona un rene e salva la vita di 4 individui. Una donna di sessanta anni di Milano ha preso la scelta di donare il suo rene in modo del tutto anonimo, ovvero senza neanche sapere chi sarebbe stato il destinatario. Il gesto risale allo scorso cinque luglio ed è avvenuto presso il Policlinico milanese. Il gesto talmente disinteressato ha suscitato scalpore e ha dato il via a una rete di donazioni che hanno aiutato a ben 3 uomini e una donna di ricevere un trapianto e pertanto di poter continuare a vivere. Si tratta della 2° volta che accade un gesto come questo nel nostro Paese, la prima volta è accaduta sempre nel capoluogo milanese, dove un paziente ha preso la decisione di donare un renel senza sapere l’assegnatario. L’organo della signora è stato destinato all’ospedale di Pisa e un parente del paziente malato ha donato il proprio rene a un altro paziente ricoverato nella stessa città. A sua volta il secondo paziente ha donato il suo all’ospedale di Siena. Infine un parente dell’ultimo paziente ha donato il suo rene all’azienda Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Intervento chirurgico

Intervento chirurgico

Ha percorso anche la Toscana la catena di donazioni e trapianti iniziata dalla donazione di una donatrice di Milano, e terminata a Bergamo. Nei giorni passati, 2 trapianti e 2 prelievi sono stati eseguiti all’ospedale Cisanello, Aou pisana, un trapianto e un prelievo alle Scotte, Aou senese.

Tutti questi trapianti sono stati realizzati attraverso di operazioni chirurgiche che sono durate in tutto 33 ore e che hanno coinvolto 55 individui tra medici, infermieri e poliziotti che si sono occupati del trasporto degli organi. “Questo caso è importante poiché per merito della donazione da vivente cross-over si è riusciti a croceviare in successione tutti i donatori e i riceventi delle coppie – idoi al trapianto da vivente ma non compatibili tra di loro a livello immunologico o per il gruppo sanguign, creando così una catena di donazioni e di trapianti”, ha spiegato il ministro della salute Beatrice Lorenzin.

A Pisa sono stati portati a termine 2 trapianti e 2 prelievi di rene da donatori in vita con la tecnica della laparoscopia. Gli intervento sono cominciati alle dieci della mattinata fino alle 20.00 della sera. Erano presenti e hanno collaborato Sebastiano Vaccarisi e Vincenzo Pellegrino, dello staff chirurgico epato-bilio-pancreatica dell’A.O. Di Cosenza, Maria Vigna, Dirigente del reparto di Rianimazione, e Teresa Papalia, Dirigente dell’U.O.C. Nefrologia, Dialisi e Trapianti.

Diverse sono le trasmissioni televisive che si occupano di Salute: Su Rainews24 “Basta la salute” che normalmente va in onda il mercoledì alle sette e mezza di sera e alle nove e mezza e naturalmente Medicina 33, rubrica del Tg2, in onda tutti i giorni alle 13:50. Qui invece puoi trovare tutte le altre trasmissione e programmi tv della serata.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in News, Salute. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.