Un’arma nuova e naturale contro i tumori al seno e all’ovaio: la oncoimmuoterapia

La oncoimmuoterapia è stata rivalutata per il tumore al seno e all’ovaio. Oltre a salvare la fertilità è una cura naturale che attiva le difese naturali dell’organismo e “rieduca” il sistema immunitario a scoprire il tumore e annientarlo,

Un'arma naturale per sconfiggere il tumore al seno: la oncoimmuoterapia

Un’arma naturale per sconfiggere il tumore al seno: la oncoimmuoterapia

Il metodo dell’oncoimmunoterapia è abbastanza recente ma è di certo preferita all’intervento di rimozione. Il punto di forza è il potenziamento delle difese immunitarie
Una ricerca italiana ha provato che l’oncoimmunoterapia è capace di rieducare le difese naturali del nostro organismo e a riconoscere e distruggere il tumore, potendo così evitare la pratica invasiva dell’asportazione preventiva.




E’ stato riapprezzato un nuovo potente alleato per sconfiggere il cancro al seno e alle ovaie. È stata ristimata difatti, un trattamento che attiva le difese naturali dell’organismo e porta a una rieducazione del sistema immunitario a scoprire il tumore e annientarlo.

Il nome della cura è “oncoimmunoterapia” che, dopo aver dimostrato la propria efficienza contro i melanomi e sul tumore al polmone ora è stata riscoperta anche per il tumore al seno.

Dell’argomento si è parlato durante un simposio che si sta tenendo a Padova proprio in questi giorni, in occasione del simposio internazionale sul tumore alla mammella “Meet the professor”, che ha annoverato la presenza dei più rinomati specialisti nelle diverse discipline alle prese con questa malattia.

I nuovi medicinali usano una tecnica che non permette alle cellule tumorali di eludere la sorveglianza del sistema immunitario e svilupparsi quindi in tumore. I geni mutati che portano a una predisposizione al tumore al seno e ovaie ( Angelina Jolie si è fatta rimuovere seno e ovaie) dunque, non sono più solo foriere di possibili rischio: nuovi ricerche li usano per attaccare meglio l’eventuale tumore.
Il paventato gene Brca1 – conosciuto come “gene Jolie” – da “bestia nera” diventa invece per una terapia più efficace.

La rivalutazione del trattamento consiste anche nella considerazione che con le nuove tecniche mediche ci sono buone prospettive per conservare la fertilità femminile e anche la sessualità a seguito di un tumore al seno guarito.

Il professor Conte spiega :”Le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA22 permettono terapie specifiche, mirate ed efficaci, nel caso in cui si presenti la patologia. Il meccanismo è molto fine: le cellule tumorali, una volta aggredite dai farmaci antitumorali, contrastano l’azione cercando di riparare il dna e questa attività limita l’efficacia delle cure.
Le cellule tumorali Brca mutate invece hanno in dotazione solo alcuni di questi meccanismi di riparazione, quindi stiamo cercando di bloccarli.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in News, Salute. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Un’arma nuova e naturale contro i tumori al seno e all’ovaio: la oncoimmuoterapia

  1. panco scrive:

    solo ulteriore vergogna e sdegno per questo buisness chiamato medicina e farmaceutica!
    ma davvero????
    cioè dopo 20 anni di chemioterapia che oltre a distruggere il sistema immunitario e tutto l’organismo e indebolire anche il tumore, ANEGLINA JOLIE ha fatto 1+1 e adesso si svegliano anche gli scenziati!!!! però!
    1+1…. io personalmente ho conosciuto 2 persone che sono guarite spontaneamente dal tumore all’intestino, chissà quante ce ne sono, che rifiutate le cure omicide ufficiali, cambiano stile di vita, e guariscono.
    le pecore! studiando gli ovini mi imbattei in degli studi che affermavano che i tumori nelle pecore sono in realtà frequenti. la cosa interessante era che questi venivano quasi matematicamente a quegli individui cui veniva macellato il figlio o agnello per i nostri stomaci ingordi. le pecore, forse aiutate dal loro cervello non particolarmente sviluppato, (forse dalla memoria breve) e comunque sicuramente dal loro sistema immunitario guarivano spontaneamente nel giro di poco tempo.
    se secondo alcuno questo non vuol dire niente e non riesce a collegare le 2 cose, forse non è troppo dissimile da una pecora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.