L’ora di Pyongyang: 30 minuti in meno per la Corea del Nord

La Corea del Nord, il 15 di Agosto, toglierà 30 minuti dai propri orologi per creare l’ora di Pyongyang

L'ora di Pyongyang 30 minuti in meno per la Corea del Nord

L’ora di Pyongyang

Dal quindici di agosto a tutti gli orologi Coreani de nord verranno tolti 30 minuti per dar vita così alla fatidica “ora di Pyongyang“. Ha preso la drastica decisione il dittatore in carica Kim Jong-un, per decantare la liberazione della nazione dal giappone avvenuta dopo il 2° scontro Mondiale.
Il quindici agosto ricorre difatti il settantaesimo anniversario di quando si arresero ai Giapponesi a seguito di trentacinque anni di occupazione straniera in tutta la penisola coreana.

Il fuso orario di Pyongyang è al momento di 9 ore aggiunte rispetto all’ora di Greenwich (GMT), come quello della capitale meridionale coreana Seul e di Tokyo.
Una convenzione che era stata introdotta dai giapponesi che occuparono il territorio, siccome, prima dell’occupazione, il fuso orario utilizzato dall’impero coreano era di 8 ore e mezzo precedenti all’orario di Greenwich.

Un funzionario della “Korean Central news Agency” della Corea del nord ha dichiarato: “L’impero giapponese ha commesso crimini che mai potranno essere perdonati come negare la Corea del Nord della sua stessa ora”, inoltre ha aggiunto che il nuovo fuso verrà chiamato l”ora di Pyongyang’.
Nessun organo internazionale può prendere questa decisione a carico di un altro e ogni Paese dev’essere libero di fissare il proprio orario locale.

La Corea del non è un caso isolato nel fissare il proprio fuso orario: nel 2007 fu il caso del Venezuela che aveva preso la decisione di sincronizzare i propri orologi indietro di 1/2ora perché il presidente Hugo Chavez desiderava un’equo sorgere del sole per tutti i cittadini.

Il cambio di fuso orario non aveva portato molta fortuna al Venezuela di Chavez viste le disastrose condizioni nel quale si trova oggi il Paese e il suo popolo, dopo la morte del suo presidente.

Speriamo e auguriamo che invece il cambio d’ora a Pyongyang possa portare un po’ di pace e serenità in un Paese affamato e impoverito dalla tirannia del governo di Kim Jong-un.

E’ certo che tutte le ultime iniziative del dittatore della Corea del Nord hanno portato molta attenzione al giovane dittatore (32 anni) che sembra affamato di attenzioni internazionali come se fosse affetto da una grave forma di narcisismo personale. Speriamo, in tutta sincerità, che questa forma di egocentrismo non sia di forma maligna.

L'autore: 

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Esteri, News. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.