Chi l’ha visto. Puntata del 5 novembre: Elena Ceste e il telo

Elena Ceste a Chi l'ha visto

Elena Ceste

Consueto è l’appuntamento con Chi l’ha visto il mercoledì alle 21:05 e ancora più consueto il prosieguo delle indagini su Elena Ceste.

Le ultime notizie in merito ad Elena Ceste ci dicono che in data 30 ottobre i carabinieri sono tornati a ispezionare il canale di scolo dove il diciotto ottobre scorso è stato ritrovato il cadavere di Elena Ceste e nei giorni successivi sono affiorati dal fango altri resti del corpo della donna. Le ultime informazioni fornite da La Stampa informano che al momento non è stata determinata una data per i funerali siccome gli esperti sono al lavoro per capire come sia morta. Questi dettagli ci fanno capire che la stada da percorrere per soluzionare il caso è ancora lunga e gli inquirenti stanno brancolando nel buio. In merito all’oramai famoso telo incontrato accanto al cadavere della mamma di Costigliole, nella giornata di ieri il procuratore assistito Vitari ha spiegato che esso non arriva forzosamente dalla casa di Michele Buoninconti, quindi non è un indizio decisivo per dare la chiave di volta alle investigazioni. Se invece vogliamo tornare a parlare in merito al messaggio inspiegabile che veniva riferito la mattinata del 24 gennaio, a quanto pare, Elena è stata trascinata nella chiesa da un uomo che non era il marito. Quindi questo scagionerebbe il marito e si evincerebbe che tale messaggio sarebbe stato mandato da una cabina telefonica di Corato, un paesino della provincia di Bari in Puglia dove per gli accertamenti svolti nessuno conosceva Elena Ceste.

Si proseguirà con il caso di Guerrina Piscaglia, le ultime notizie fornite dalla trasmissione Chi l’ha visto ci informano che padre Gratien, l’unico sotto investigazioni per la sparizione della donna, non può espatriare. Ma questo è un pro-forma. Il suo avvocato, il Fanfani ha presentato un ricorso e in pochi giorni si attende la risposta. Ma anche questo è un pro-forma. Quindi cosa c’è di nuovo in questo caso? Sembra che le notizie languino e che non ci sia molto nel paniere degli inquirenti.
Forse qualcosa potrebbe emergere dai risultati degli esami che sono stati fatti sulla Ford Bianca che il prete utilizzava per muoversi a dare messe.

Nel caso di Roberta Ragusa è palese la delusione della donna per la propria vita coniugale ma nello stesso tempo del legame ancora più profondo con i suoi figli per cui si crede impensabile che Roberta li abbia potuti lasciare. La deduzione è lapalissiana e quindi gli inquirenti hanno ripercorso le giornate di RobertaRagusa per scoprire che la donna, oltre a badare ai figli e alla villa, si occupava dell’autoscuola come amministrativa e insegnante delle lezioni teoriche.

Informazioni su mr.blue

Si occupa dell'informazione relativa ai programmi televisivi italiani e stranieri sulla guida Tv Zam. Redattore dei palinsesti tv e delle news sulla programmazione televisiva d'attualità, politica, sport, spettacolo e cultura.
Questa voce è stata pubblicata in Cronaca, News, Tv. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.